Passa ai contenuti principali

DI POLIPI E ANFIBI

Mi hanno trovato un polipo. A me che detesto i medici e sono allergica agli ospedali. Niente di serio dicono, routine, 15 minuti di anestesia generale e via, avanti un altro. Se con la mutua a luglio privatamente anche dopodomani. Niente di grave ma sono agitata. E' pur sempre mettersi nelle mani di qualcuno sperando che sappia quello che fa, ma senza paracadute o giubbotto di salvataggio.

A parte questo mi è tornato un dolore alla spalla come ai tempi pre-fisioterapia, roba seccante proprio adesso che volevo riprendere la moto dopo la pausa estiva. Impingment della spalla si chiama, in sostanza non puoi fare un cazzo, sollevare pesi o lavare i capelli o stare al pc.
Un rottame insomma.
Di buono c'è che stasera sono arrivati i miei Dr Martens. Che novità, direte. E invece sono nuovi, perchè sono il mio primo paio di scarpe vegan. Sono stupendi!

Sono al 100% vegan, senza sofferenza animale, grazie Dr.Martens!
Non sono vegan, ma credo fortemente nella nostra possibilità di scelta e di cambiare il mercato. Gli animali NON devono soffrire per vestire noi, o per farci truccare o curare.
Non è una cosa degna.
E per fortuna alcune aziende lo hanno capito.
MENO MALE!!!!!
Stay rocked! 



Commenti

  1. Ouch! In bocca al lupo ;)
    ...ma allora nessun polipo è stato maltrattato per costruire gli stivali o ho capito male!? XD

    RispondiElimina
  2. In bocca al lupo per l'intervento! Vedrai che sarà davvero una routine.

    RispondiElimina
  3. Tantissimi auguri, ti sono vicino.

    RispondiElimina
  4. Tantissimi in bocca al lupo! Vedrai che si risolve tutto in pochi minuti.
    Ti scrivo in questi giorni.

    RispondiElimina
  5. Auguri, confido che si risolva in fretta e in modo indolore!

    RispondiElimina
  6. Grazie a tutti per le coccole! E no, nessun polpo è stato maltrattato per questo articolo :)

    RispondiElimina
  7. Coraggio!
    Io ne ho tolto uno un paio di anni fa e non è stato doloroso o tremendo però l'anestesia generale è sempre un po' antipatica.
    Incrocio le dita per te perchè il dolore alla spalla passi presto.

    RispondiElimina
  8. capisco ben la tua preoccupazione perché anche io dovrò sottopormi a un intervento per una stupidata (spero) e l'idea di entrare in sala operatoria mi terrorizza.
    per il resto, dr martens vegan... wow!!!

    RispondiElimina
  9. ps in bocca al lupo, comunque :)

    RispondiElimina
  10. Il mio babbo ne ha tolti due, e tutto è andato a meraviglia! Ti sono vicina con la Forza!
    :-)

    La spalla fracassata… beh, benvanuta nel club! Anche io, una mia collega e un mio collega abbiamo parecchi problemi -.- lui addirittura dovrebbe farsi operare, lei fa fisioterapia e io… UN CAZZO! olè
    Bacissimi

    RispondiElimina
  11. Mi fate commuovere, grazie!!! Vi aggiorno! Data: 6 maggio :S

    RispondiElimina
  12. Nella vita le cose passano sempre, come in un fiume. Anche le più difficili che ti sembra impossibile superare le superi, e in un attimo te le trovi dietro alle spalle e devi andare avanti. Ti aspettano cose nuove.
    Niccolò Ammaniti, Ti prendo e ti porto via

    Dear Lady : let's knock on wood ...and remember WE ALL LOVE YOU !!!
    Aunt M & Co.


    RispondiElimina
  13. Mi ero persa il post, spero sia tutto ok. Forza e coraggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, non avevo visto la data nei commenti... sei ancora in attesa. Aspettiamo aggiornamenti.

      Elimina

Posta un commento

Bando alla pigrizia, commenta!

Post popolari in questo blog

KEEP CALM & CARRY ON - the beginning

Una libreria storica, un tempo stazione ferroviaria, in cui viene voglia di andare a trascorrere un pomeriggio nella OLD WAITING ROOM.
Si tratta della Barter Books e della vera storia dell'arcinoto slogan KEEP CALM AND CARRY ON, ideato dal governo inglese (assieme ad altri due slogan) nel 1939 per sorreggere il morale del popolo britannico all'inizio della Seconda Guerra Mondiale.
Qualche anno fa il poster fu scoperto appunto nella libreria Barter Books, in una scatola di vecchi libri vinti ad un'asta, generando un entusiasmo ed una diffusione imprevisti.
Qui il negozio ufficiale della libreria che propone i tre poster originali. e qui uno dei tanti shop on line che propone tovaglie, tazze, poster e altri gadget.

La Barter Books è una tra le 20 librerie più belle al mondo. Seguirà un post a rriguardo, intanto, a voi la storia


e qualcuna delle declinazioni più simpatiche:









FONTE NOTIZIA: blog BLOGGING WOLF

Henri Cartier Bresson - mostra a Torino

Henri Cartier Bresson credeva che ogni azione, ogni soggetto, ogni situazione vivesse prima o poi un momento decisivo, un attimo importante, da fotografare.
Un fotografo che ha testimoniato il secolo scorso, anche attraverso la pittura, con i suoi scatti su momenti storici rilevanti o quotidiani. Un artista che ha trovato essenziale viaggiare per nutrire la sua arte, perchè le sue Leica non fossero passatempo, ma occhio vigile sulla realtà, in ogni declinazione.
Ha fotografato la storia, la miseria umana, attori del cinema e scrittori, con uno stile in bianco e nero senza virtuosismi, ma fatto i occhio, cuore e anima allineati, come diceva spesso.
A Torino fino al 24 giugno 2012 c'è sua una mostra di 180 foto a Palazzo reale. Ci sono andata ieri e ne sono uscita emozionata.

Non amo particolarmente "quel" genere di foto, soprattutto dedicato a volti e persone.
Ma è inevitabile restare affascinati dagli scatti sopravvissuti all'autore, immagini in perpetuo movimento. P…

BUONE VACANZE A TUTTI

Ci rivediamo a settembre. Fate almeno una cosa al giorno che vi rende felice, evitate le costrizioni e viaggiate tanto, fisicamente o mentalmente (a libera declinazione).

Spero al ritorno di rittrovare il blog Nocturnia aperto.
Cyberluke hai visto The Talking Dead??

Baci

CREDITS: foto di IVANA PORTA