Passa ai contenuti principali

LA VERA STORIA DELLA PIUMA D'OCA

Pensateci bene, prima di comprare qualsiasi cosa contenga pima d'oca.

Riporto questo articolo INTERAMENTE da PRESA DI COSCIENZA

La Vera Storia della Piuma d'Oca

Chi non è convinto dei benefici Naturali offerti dalla Vera Piuma d'Oca?
Certamente non possono essere altro che Naturali!
Protegge e isola dal freddo, la Piuma d'Oca è il rivestimento migliore per la pelle nuda.
Madre Natura pensa proprio a tutto!
Le piume avvolgono tutti gli animali che hanno l'esigenza di superare correnti fredde ad alta quota, proteggersi dal freddo, dal vento, dall'umidità e dalla pioggia... tutti i volatili insomma.
La nostra specie, da decenni si è convinta che utilizzare il "vestito" di altri animali sia il miglior modo per riparare il proprio corpo dalle basse temperature invernali.
Il business della Piuma vanta un giro d' affari di milioni di euro l'anno, si imbottiscono sacchi a pelo, cuscini, giacconi, cappelli, para-orecchie, trapunte, divani, ecc... ecc..
I volatili cambiano il piumaggio ogni anno, che problema c'è se ne prendiamo un po'?
Occorre sapere che non esiste animale in Natura che durante il cambio del pelo o del piumaggio lasci la sua pelle nuda e scoperta, vorrebbe dire la morte immediata per assideramento o per disidratazione.
In passato alcuni indumenti venivano imbottiti con il piumaggio che gli animali da allevamento lasciavano a terra durante la sostituzione stagionale,ma dal momento in cui questo tipo di imbottitura è diventato motivo di grandi guadagni, centinaia di aziende in tutto il mondo hanno iniziato a costruire allevamenti-lager dedicati alla produzione di Vera Piuma d'Oca.
La qualità della piuma d'oca è stata continuamente venduta ai consumatori come un prodotto funzionale e completamente naturale, ma si tratta di una colossale BUFALA, ed ora andremo a capire perchè...
La Piuma d'Oca ha molte proprietà, perchè dovrei farne a meno?
Bisogna innanzi tutto sfatare il mito dell'isolamento, anzi tutte le sue proprietà sono attribuibili SOLO quando sono sul corpo del volatile, che senza dubbio è diverso dall'Uomo per dimensione, temperatura corporea, abitudini e habitat.
Il piumaggio degli uccelli è formato da piume e penne che insieme assicurano un completo isolamento dal freddo, dall'umidità e dalla pioggia, oltre naturalmente per aiutarle nel volo.
Il primo manto che protegge la pelle ha la caratteristica di lasciar passare l'aria, proprio per evitare l'origine di muffe.
Utilizzato come imbottitura negli indumenti il suo ruolo non cambia! Quindi è sbagliato pensare che sia un'ottimo isolante per il corpo umano, inoltre di NATURALE all'interno vi è ben poco!
Eppure è utilizzato da anni come imbottitura di abiti invernali, perchè cambiare materiale?
Utilizzare l'imbottitura in piumino d'oca equivale a passeggiare per la città con una pelliccia di orso appoggiata sulle spalle ed una clava in mano, la preistoria è finita da milioni di anni, MODERNIZZIAMOCI!Viviamo in zone molto più calde rispetto a quelle a cui sono esposti gli animali selvatici, quindi per noi è assolutamente inutile ricoprirci della loro pelle o delle loro piume.
Il Piumino d'Oca è un materiale sfruttato da Aziende che si sporcano di sangue pur di alimentare una moda assurda ed egoista, mentendo spudoratamente ai consumatori sulla sofferenza che provocano producendo questo tipo di imbottitura.
Nel piumino d'oca c'è sofferenza? E dove?
 
Esempio di Pubblicità Ingannevole
Forse traditi dalla moda, dal prezzo, dalla morbidezza, dalla pubblicità o dalle foto di oche felici che corrono gioconde nei prati, non ci siamo mai chiesti se veramente gli animali sono favorevoli a farsi spogliare dei loro vestiti ed essere rinchiusi in capannoni freddi senza alcun riparo!
Non è la prima volta che la sofferenza di milioni di animali viene nascosta dalle grandi multinazionali pur di arricchirsi il più possibile...
Infatti dietro ad ogni piuma d'oca si nasconde una tragica storia di tremenda sofferenza che lascia ai volatili solamente la speranza di morire il prima possibile.
La sfortuna per alcuni volatili è di avere una protezione invernale morbida e soffice, ambita da consumatori che, ignari di quanta sofferenza provoca l'estrazione, continuano a richiederne.
Cosa succede veramente a quei poveri volatili?
La vita dei Volatili da allevamento è paragonabile ai campi di concentramento.Tutto inizia circa ad otto settimane dalla schiusa delle uova, il pulcino ancora ignaro di quanto gli capiterà si ricopre poco a poco di un magnifico e soffice manto bianco...
E' nato in un freddo capannone, ma è ancora troppo piccolo per rendersi conto che non si tratta del suo habitat naturale e non avrà mai una mamma a proteggerlo; in quel grande allevamento vive insieme ad altri centinaia di pulcini, tutti impauriti e spaesati come lui.
Non appena il suo piumaggio inizia ad avere un certo volume verrà riunito, insieme ad altri volatili, in un recinto nel quale gli strapperanno a mano tutto il suo giovane piumaggio.
Il cucciolo di oca è grande poco più di una mano, pensa quanti pulcini occorrono per poter riempire una trapunta di "Piumino d'Oca"!
Gli operai, insensibili alle urla disperate delle oche, le bloccano con forza e senza pietà le strappano velocemente tutto il manto.
Il procedimento è doloroso e straziante, provoca moltissime lacerazioni alla pelle rischiando la morte immediata per assideramento del povero animale.

Per fare un paragone umano, immaginate una persona spogliata violentemente dei suoi abiti e gettata come un'oggetto in un freddo recinto sola, lacerata e senza riparo; questa è la situazione in cui si trovano quotidianamente migliaia di volatili per colpa dei consumatori incoscienti.
Una volta finita l'estrazione del piumaggio, gli uccelli vengono lasciati per giorni in capannoni vuoti e senza possibilità di proteggersi dal freddo, questo per incentivare una veloce ricrescita del piumaggio, l'operazione di ricrescita causa la morte per ipotermia di moltissimi animali.
Di norma, le oche subiscono questo abuso fino a tre volte nella propria vita, tempo necessario che il pregiato manto ricresca.
Dopo ogni estrazione il piumaggio ricresce con una qualità commerciale inferiore, in quanto la "Piuma d'Oca" si presenta meno morbida e vellutata di quella precedente, tant'è che quando la pelle talmente logorata non permette più la ricrescita, le piume vengono mischiate con quelle di anatra.
Ecco spiegato perchè diversi prezzi per ogni tipo di piumaggio.
E' atroce! Qual'è il destino per le oche, dopo il loro ultimo spiumaggio?Gli animali più fortunati sono quelli che muoiono prima.
Nei grossi allevamenti non è raro riscontrare casi di auto-mutilazioni e pazzia tra gli animali detenuti, infatti per precauzione ai pulcini viene spezzato o bruciato il becco pochi giorni dopo la nascita, per evitare che per il nervoso si rovinino il prezioso piumaggio l'un con l'altro.
Il destino per le oche da allevamento non è sicuramente bello già dalla nascita, ma dal momento in cui la loro pelle è talmente lacerata da non poter più donare Piuma d'Oca, diventano inutili e vengono svendute al settore alimentare, il quale in base al periodo deciderà se vendere il volatile per arrosti oppure impiegarlo per produrre il piatto nazionale Francese(ma molto apprezzato in tutto il mondo): il Foiè Gras (Clicca per leggere l'articolo)
Il patè di fegato d'oca è una delle operazioni più crudeli e contro natura che l'Uomo sia riuscito a compiere nella sua storia. Avvelenare un fegato animale per poi mangiarlo, non è soltanto un'atroce crudeltà ma anche la peggior idiozia alimentare mai commercializzata!

Oche, anatre ed altri volatili destinati a finire in pentola verranno ulteriormente spiumate (ancora vive) attraverso centrifughe chiodate chiamate macchine spiumatrici (vedi il video su youtube) , dopo di che sgozzate per mezzo di lame rotanti posizionate su rulli a nastro ai quali le povere sfortunate vengono legate per le zampe (ricorda un film horror ma purtroppo non si tratta di finzione cinematografica); nei macelli meno "tecnologici" le oche vengono uccise per mezzo di un'apposita pinza che posizionata sul cranio le assicura una morte veloce ed indolore (almeno assicurano i macellatori!).Ad ogni caso ai poveri animali è assicurata una morte assolutamente indegna che non auguriamo nemmeno al peggior criminale sulla Terra...
In che Paesi è consentito abusare così degli animali?
 
Farei prima a dire dove NON è consentito, perchè solo in Svizzera è illegale la produzione di Piuma d'Oca ma è autorizzata la sua importazione (poco cambia).
I principali produttori di Piuma d'Oca sono la Polonia, l' Ungheria, la Romania (famosa per la mattanza di cani), ma il record negativo è detenuto dall'Asia capitanata guarda caso dalla Cina.
Occorre però assegnare la bandiera nera a Islanda, Francia, Irlanda, Gran Bretagna, Canada e anche all'Italia come produttori e consumatori di sofferenza animale.
Esistono alternative valide per sostituire le imbottiture in Piuma d'Oca?
Certo che esistono, e sono migliori per tantissimi aspetti.
Il più grande problema della piuma d'oca è il pericoloso pulviscolo che rilascia attraverso la trama del tessuto che la contiene, responsabile di gravissime allergie respiratorie e dermatiti da contatto; infatti chi dorme coperto da una trapunta in piumino è più soggetto all'insonnia rispetto a chi sceglie altre imbottiture.
Da non trascurare è la grande quantità di piume che occorre per poter isolare il corpo dal freddo, siccome in natura il nostro corpo si differenzia dai volatili per peso, abitudini e temperature.
La miglior Alternativa si chiama OVATTA DI POLIESTERE, che è già abbondantemente adottata per imbottire divani, cuscini, indumenti invernali per sportivi, giacconi...
Si tratta di un materiale molto più ECONOMICO (fattore non trascurabile) e la sua consistenza arricciata permette di isolare il corpo umano dall'ambiente esterno utilizzando un'imbottitura con minor volume e miglior risultato, creando una perfetta camera d'aria che ci protegge dal freddo e dal vento.
Spesso i grandi marchi della moda inseriscono poche manciate di piuma d'oca nell'ovatta di polyestere per poterne aumentare il pregio e quindi il valore economico, senza naturalmente variarne le caratteristiche di isolamento; quindi attenzione alle ETICHETTE!
Trasformando il nostro modo di acquistare in un CONSUMO CONSAPEVOLE, cambieremo le regole del mercato che ha mandato in pensione la "Qualità" e distrutto l'economia europea.
Acquistando prodotti seguendo la logica del nostro cervello e non quella dettata dalla pubblicità, valorizzeremo un nuovo mercato eco-sostenibile che farà bene sia al Pianeta in cui viviamo, sia al futuro dei nostri figli; e chissà se magari creerà nuove opportunità di lavoro...

Commenti

  1. Hai fatto bene a scriverlo.
    Lo condivido su G+.

    RispondiElimina
  2. Devo comprarmi un giaccone nuovo, terrò presente questa cosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fossi anche riuscita a convincere un solo essere umano, sarebbe già un piccolo passo verso il cambiamento.
      E' atroce torturare altri essere viventi e privarli delle loro difese naturali contro il freddo per appropriarcene...

      Elimina
  3. Uomini, bestie schifose... Tra questo e il paté di fegato, non le lasceremo mai in pace, povere creature...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dobbiamo combattere perchè il cambiamento avvenga, finchè abbiamo voce in gola e forza di protestare. E se non abbiamo più forza dobbiamo cercarla in quelli come noi che credono in un futuro di convivenza pacifica tra animali e umani.

      Elimina
  4. Io ho sempre boicottato le giacche con il pelo sul collo, anche quelle con il pelo finto! Ho sempre criticato anche l'imbottitura in piumino d'oca, ma nei negozi spesso non si trova l'alternativa. Io compro pochissime giacche e le riuso per anni, ma di certo la prossima volta che ne comprerò una insisterò fino a trovarne una che non abbia assassinato nessuno!
    I tuoi articoli su questi temi sono molto interessanti, però inquietanti. Non sempre riesco ad arrivare in fondo e commentare, comunque li leggo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Loro contano su questo. Sul fatto che la ricerca di prodotti alternativi è spesso lunga. Ma ti assicuro che si trovano! KIo ho la giacca imbottita di sintetico, così come il piumone per il letto. E ne fanno di caldo, tantissimo!
      So che sono articoli duri, infatti cerco di non mettere filmati. Filmati che nemmeno io riesco a guardare, tanto sono crudeli.
      E' stato così per le pellicce di cane gatto prodotte in cina e vendute nei nostri supermercati, dove le povere bestiole vengono bollite vive. Così per gli esperiementi farmaceutici, così per i test cosmetici.
      Inenarrabili violenze per cosa? Per la nostra stupida vanità.
      Non lo tollero. E non tollero che queste cose restino silenziose, mentre gli animali gridano di dolore.
      Molte persone non fanno nulla perchè non sanno, non perchè non hanno cuore.
      Allora bisogna informare, scrivere, dire le cose come stanno perchè il mondo cambi e non solo a nostro esclusivo vantaggio.
      Non abbiamo più diritto degli animali di abitare questo pianeta solo perchè siamo più forti e più prepotenti.
      Ci vantiamo di avere più intelligenza, più coscienza.
      Ma non mi sembra proprio così.
      Grazie per aver letto.

      Elimina
    2. Io sono d'accordo con te. Quando hai fatto il post sulla vivisezione sono andata a cercare dei video e... non è stato facile da reggere. Il fatto è che sono tutti convinti che certe cose non avvengano più, non nella nostra evoluta società. Ma quale società evoluta? Io non vedo niente di evoluto in tutto ciò.

      Elimina
  5. Che inutile crudeltà !! Davvero non avrei mai immaginato questa "carneficina" per quanto riguarda le piume d'oca. Invece relativamente al discorso del "fegato grasso" purtroppo mi é capitato di vedere un filmato raccapricciante sulla produzione dello stesso. Il fois gras (insieme ad altri squallidi prodotti feticcio tipici delle tavole anni '80 e '90) l'ho assaggiato anche io durante una cena molti anni fa e non l'ho trovato affatto speciale. Infine da quando ho visto il filmato mi sono venuti i brividi e la nausea (e mi sono pure sentita in colpa....)
    Brava per il lavoro che hai pubblicato Lady.....speriamo che il messaggio arrivi a molti "ignoranti" !! Merry Cat

    RispondiElimina
  6. Io non lo sapevo… ma non si possono prendere le piume dalle oche che muoiono in modo naturale dopo che anni hanno deposto uova o quelle allevate per il cibo?
    Mah… Con questo intendo che un animale, potrebbe potenzialmente essere allevato e "sfruttato" dall'uomo in modo giusto e rispettoso… ma non so se detto così si capisce cosa intendo dire…

    Io ho una paio di piumini d'ca e altre giacche con imbottitura sintetica. Ora vedrò di fare acquisti più consapevoli. Però trovo che il piumaggio d'oca sia più caldo… quindi leggenda leggenda non è. E potrebbe quindi rendere più difficile questa presa di coscienza.

    RispondiElimina

Posta un commento

Bando alla pigrizia, commenta!

Post popolari in questo blog

KEEP CALM & CARRY ON - the beginning

Una libreria storica, un tempo stazione ferroviaria, in cui viene voglia di andare a trascorrere un pomeriggio nella OLD WAITING ROOM.
Si tratta della Barter Books e della vera storia dell'arcinoto slogan KEEP CALM AND CARRY ON, ideato dal governo inglese (assieme ad altri due slogan) nel 1939 per sorreggere il morale del popolo britannico all'inizio della Seconda Guerra Mondiale.
Qualche anno fa il poster fu scoperto appunto nella libreria Barter Books, in una scatola di vecchi libri vinti ad un'asta, generando un entusiasmo ed una diffusione imprevisti.
Qui il negozio ufficiale della libreria che propone i tre poster originali. e qui uno dei tanti shop on line che propone tovaglie, tazze, poster e altri gadget.

La Barter Books è una tra le 20 librerie più belle al mondo. Seguirà un post a rriguardo, intanto, a voi la storia


e qualcuna delle declinazioni più simpatiche:









FONTE NOTIZIA: blog BLOGGING WOLF

Henri Cartier Bresson - mostra a Torino

Henri Cartier Bresson credeva che ogni azione, ogni soggetto, ogni situazione vivesse prima o poi un momento decisivo, un attimo importante, da fotografare.
Un fotografo che ha testimoniato il secolo scorso, anche attraverso la pittura, con i suoi scatti su momenti storici rilevanti o quotidiani. Un artista che ha trovato essenziale viaggiare per nutrire la sua arte, perchè le sue Leica non fossero passatempo, ma occhio vigile sulla realtà, in ogni declinazione.
Ha fotografato la storia, la miseria umana, attori del cinema e scrittori, con uno stile in bianco e nero senza virtuosismi, ma fatto i occhio, cuore e anima allineati, come diceva spesso.
A Torino fino al 24 giugno 2012 c'è sua una mostra di 180 foto a Palazzo reale. Ci sono andata ieri e ne sono uscita emozionata.

Non amo particolarmente "quel" genere di foto, soprattutto dedicato a volti e persone.
Ma è inevitabile restare affascinati dagli scatti sopravvissuti all'autore, immagini in perpetuo movimento. P…

BUONE VACANZE A TUTTI

Ci rivediamo a settembre. Fate almeno una cosa al giorno che vi rende felice, evitate le costrizioni e viaggiate tanto, fisicamente o mentalmente (a libera declinazione).

Spero al ritorno di rittrovare il blog Nocturnia aperto.
Cyberluke hai visto The Talking Dead??

Baci

CREDITS: foto di IVANA PORTA