Passa ai contenuti principali

This is my Boomstick Award (versione sofferta)

E' la prima volta che partecipo, ma vi giuro, HO SOFFERTO!


REGOLA 1: premiare 7 blog, non uno di più.
REGOLA 2: niente lacrime da mammolette per i non inclusi nella lista.
REGOLA 3: motivare il premio abbandonando la pigrizia cronica e le scuse.
REGOLA 4: se infrangete una sola delle 3 regole verrà assegnato il "BITCH, PLEASE. AWARD"

E adesso in ordine sparso:

Tratta TUTTI argomenti che mi intrigano (misteri, fantasmi, libri,fumetti, film e serie tv), è ironico e scritto mirabilmente. Grazie a questo blog ne ho scoperti altri, e mi sono acculturata su molte cose. Perché ho conosciuto Nick, persona integerrima, egregio scrittore e amante degli animali che rispetto e a cui voglio bene.

Nella vita mi annoio facilmente, ed è difficile sorprendermi. Ma Davide Mana è una di quelle persone che non ti stanchi mai di leggere, ascoltare, osservare. Persona di fine intelletto, formidabile ironia e abile scrittura. Condivido molte delel sue osservazioni acute sulla società.
Questo blog sorprende ogni giorno, è come una biblioteca in cui ogni giorno il libraio sposta i libri, li rinnova e li rimescola. Non vado a dormire senza averlo letto.

Perché titilla l’anima grafica che c’è in me. Lucido, anticonformista, originale, ottimo fotografo, molto molto ironico e con “a british sense of humour” e un piglio estetico decisamente creativo. Adoro le sue photoshoppate e i suoi costumi per i cosplay.
Ama i gatti, sa cosa vuol dire “lomography” ed è onesto sull’arte. Non se la tira (pur potendolo fare date le capacità professionali).

Si tratta di un blog dedicato a Goemon un Ducati Monster con l’anima custom e alle novità sulla Ducati. Mi piace perché il padrone di casa è un caro amico e perchè tra motociclisti c’è una specie di frate/sorellanza. In due parole: è in questa classifica in quanto spudoratamente raccomandato.

Perché parla di argomenti su cui ci sarebbe da dibattere sino a notte fonda, davanti ad un fuoco. Perché da Angie trapela una sensibilità non comune.
Perché non posso fare a meno di intervenire per rispondere ai suoi post, mi incuriosisce e stimola diversi interrogativi.

Perché uno che studia fisica dei plasmi e poi fa traduzioni letterarie è una mente affascinante.
E adoro la grafica del suo blog.

Perché oltre agli articoli interessantissimi fa delle foto splendide, e mi diverte quello che scrive.

Commenti

  1. Perfetto! Te la sei cavata.
    Ti eviti quindi il contropremio, brava!
    E grazie per la nomiantion. ;)

    RispondiElimina
  2. Sono lusingato dalla citazione, anche se ultimamente gli articoli languono e le foto… beh, le foto pure.

    Ma prima o poi ritorno, eh!

    RispondiElimina
  3. Oh, grazie! Ma guarda che anche i plasmi hanno un loro fascino. ^^

    RispondiElimina
  4. Uh... stampo i tuoi complimenti, me li piego e me li ficco nel portafogli, in modo da poterli tirare fuori ogni volta che mi sento depresso! ;D

    RispondiElimina
  5. Vi meritate il premio. Ognuno di voi porta qualcosa alla mia giornata e ci tenevo a ringraziarvi.

    RispondiElimina
  6. Grazie Lady Simmons, non sono una che si commuove facilmente, ma stasera sono davvero commossa, i tuoi commenti sono davvero tanto preziosi,
    Grazie ancora...
    Premierò anch'io in futuro se vi sarà un' occasione, altrimenti la creerò...nuova di zecca..(un premio vero che ne dite?) in questi giorni ho veramente poco tempo.
    Grazie ancora
    Angie

    RispondiElimina

Posta un commento

Bando alla pigrizia, commenta!

Post popolari in questo blog

KEEP CALM & CARRY ON - the beginning

Una libreria storica, un tempo stazione ferroviaria, in cui viene voglia di andare a trascorrere un pomeriggio nella OLD WAITING ROOM.
Si tratta della Barter Books e della vera storia dell'arcinoto slogan KEEP CALM AND CARRY ON, ideato dal governo inglese (assieme ad altri due slogan) nel 1939 per sorreggere il morale del popolo britannico all'inizio della Seconda Guerra Mondiale.
Qualche anno fa il poster fu scoperto appunto nella libreria Barter Books, in una scatola di vecchi libri vinti ad un'asta, generando un entusiasmo ed una diffusione imprevisti.
Qui il negozio ufficiale della libreria che propone i tre poster originali. e qui uno dei tanti shop on line che propone tovaglie, tazze, poster e altri gadget.

La Barter Books è una tra le 20 librerie più belle al mondo. Seguirà un post a rriguardo, intanto, a voi la storia


e qualcuna delle declinazioni più simpatiche:









FONTE NOTIZIA: blog BLOGGING WOLF

Henri Cartier Bresson - mostra a Torino

Henri Cartier Bresson credeva che ogni azione, ogni soggetto, ogni situazione vivesse prima o poi un momento decisivo, un attimo importante, da fotografare.
Un fotografo che ha testimoniato il secolo scorso, anche attraverso la pittura, con i suoi scatti su momenti storici rilevanti o quotidiani. Un artista che ha trovato essenziale viaggiare per nutrire la sua arte, perchè le sue Leica non fossero passatempo, ma occhio vigile sulla realtà, in ogni declinazione.
Ha fotografato la storia, la miseria umana, attori del cinema e scrittori, con uno stile in bianco e nero senza virtuosismi, ma fatto i occhio, cuore e anima allineati, come diceva spesso.
A Torino fino al 24 giugno 2012 c'è sua una mostra di 180 foto a Palazzo reale. Ci sono andata ieri e ne sono uscita emozionata.

Non amo particolarmente "quel" genere di foto, soprattutto dedicato a volti e persone.
Ma è inevitabile restare affascinati dagli scatti sopravvissuti all'autore, immagini in perpetuo movimento. P…

BUONE VACANZE A TUTTI

Ci rivediamo a settembre. Fate almeno una cosa al giorno che vi rende felice, evitate le costrizioni e viaggiate tanto, fisicamente o mentalmente (a libera declinazione).

Spero al ritorno di rittrovare il blog Nocturnia aperto.
Cyberluke hai visto The Talking Dead??

Baci

CREDITS: foto di IVANA PORTA