martedì 31 gennaio 2012

Iron Men

Fuori nevica, ci sono -4°. Pertanto una sana risata può senza dubbio scaldare gli animi, prima di tornare al libro preferito o ad un Blu ray di fantascienza.
Stay Metal


Metaaaal LA LA LA LAaaaaaaaaa

se volete ci sono anche delle ricette creative

lunedì 30 gennaio 2012

Childfree zones (zone senza marmocchi)

Confessiamolo. Questo è un blog dove poter essere sé stessi, dunque niente timore di dire la verità: quante volte avreste voluto spedire i bambini indemoniati del vicino nella galassia più lontana perchè alla domenica mattina alle 8 erano svegli?
Quante volte le vostre orecchie sono state massacrate da urla, capricci, insensate scene di genitori furibondi e bipedi in miniatura urlanti?
Da quanto non riuscite a scambiare due parole con quella vostra amica perchè accompagnata da poppante?
Bisogna distinguere, i bambini interessanti ci sono, ma ne incontro pochi. Gli altri sembrano tutti figli di Hellraiser: fanno paura e sanno usare meglio di me pc e cellulare, a 1 anno.
Tempo fa ho acquistato per caso questo libro No kid. Quaranta ragioni per non avere figli (2008 Editore Bompiani). E' esilarante, con un pizzico di amaro e di spietata analisi familiare. L'autrice è stata crocifissa da pletore di genitori incazzati.
In ogni caso il postulato di Maier decreta tra le varie ragioni che "tutti si aspetteranno che voi siate una madre prima che una professionista e una donna", ed è questo l'aspetto tragico.
Molti non sanno neanche perchè lo fanno, si fa e basta. E questo crea genitori scontenti e bambini isterici. Perchè i bambini comprendono e avvertono molte più cose di quello che crediamo.
A me da fastidio che non si possa avere una scelta, detesto che non si rispetti l'idea di non desiderare un figlio come somma realizzazione e che alle cene con amici "figliati" salti prima o poi fuori la fatidica domanda: "e voi...quando lo fate un frugoletto"?
Non si tratta di un post anti-prole, si tratta della libertà di scegliere.
E se googlate "childfree" noterete una certa quantità di siti (più o meno rispettosi) sull'argomento, dove si propongono persino alberghi, ristoranti, spiagge, condomini senza giovani ugole vichinghe.
Provate a dire in mezzo a umani con prole neonata "io non so se voglio un figlio".
Parte immediatamente la crociata "ma noooo vedrai che prima o poi ti verrà il desiderio" oppure "ma non è possibile, allora qual'è lo scopo della tua vita?".
A quel punto o vi ammazzate di aperitivo sorridendo e lasciando scemare la furia dei lanzichenecchi oppure uscite a comprarvi un cd di musica metal.
Perchè se siete così è certamente colpa della musica metal che ascoltate da troppi anni.

Fonte foto

domenica 29 gennaio 2012

Le canzoni svergognate

I blog nella rete sono tanti, forse troppi. Ma credo che aggiungerne un altro non sconvolgerà l'asse di rotazione del pianeta e forse divertirà qualcuno.
Cominciamo con qualcosa di divertente, ovvero qui pezzi che ognuno di noi ascolta furtivamente, chiuso in bagno (non per fare le cosacce, per quella roba esistono altre soundtrack), o mentre si pulisce casa o durante una sessione di potatura sopracciglia. Non guardati e non uditi, quei brani di cui vi vergorgnate, ma che proprio fanno parte di voi per qualche stramba, aliena ragione. Quelli che se gli amici lo scoprissero vi metterebbero ala pubblica gogna, appesi fuori dal vostro pub preferito.
Io ne ho diversi, influenzati dall'adolescenza pop e anni 80, sebbene la mia musica sia rock e metal per lo più. Uno di questi è Just for Tonight di Gilbert Montagné, mielosa, romantica e da Sanremo (sto per sprofondare in cantina dalla vergogna).
Poi Crazy for You e Borderline di Madonna. E non vogliamo metterci qualche pezzo dei Duran Duran? Non ce la faccio nemmeno a nominarli, ma giuro di canticchiare ancora con la scopa in mano a mo di microno in una mano ed il lysoform nell'altra, salvo poi compensare con un pezzo cattivissimo prevalentemente metal per ristabilire l'ordine cosmico e riabilitare l'onore.

Sempre meglio di qualcuno che conosco che fa il balletto con Toxic di Britney Spears e poi milita al martedì sera in una band hard rock...