martedì 17 marzo 2015

Save the sea

Ammetto di aver trascurato il blog non poco, e di interrogarmi sulla utilità di tenerlo aperto. Invero ci sono affezionata, e ho deciso che dovrei secondo me "specializzarmi" in un argomento solo, lasciando ai social network le altre argomentazioni più frivole.
L'idea sarebbe di dedicare il blog alla musica ad ampio raggio, in special modo i film sulla musica o in qualche modo connessi alla musica.

Mentre penso a questa ristrutturazione vorrei parlare di una cosa che mi sta molto a cuore. Chi mi conosce sa che sono particolarmente attenta ad animali e ambiente. Cerco di avere un basso impatto sul pianeta, ma per quanto mi sforzi mi rendo conto che produciamo troppi rifiuti, possediamo troppe cose e inquiniamo in modo smisurato.

Due giorni fa ho visto un servizio in tv dal nome "Salviamo il mare". Mi ha spezzato il cuore. Letteralmente. Cosa stiamo facendo al mare, alla Terra? Esistono ISOLE di rifiuti plastici a galla negli oceani di dimensioni assurde. E' roba nostra, siamo noi che la produciamo, siamo noi che ammazziamo il mare. Non posso postare il filmato visto in tv, ma questo rende l'idea.


Consumiamo e buttiamo troppa plastica, basti pensare alle bottiglie d'acqua, Ho intenzione di informarmi per acquistare acqua in bottiglie di vetro oppure per mettere  un filtro per l'acqua di rubinetto, accetto suggerimenti da chi è più informato di me.
Nel nostro piccolo possiamo fare tante cose per inquinare meno, usare sacchetti riciclabili della spesa in stoffa, comprare cibi senza involucri di plastica, usare cartoni al posto delle buste, comprare il latte e le bevande in contenitori di cartone, riciclare quando possibile.
Richiede uno sforzo in più, ma ne vale la pena.

Prendete un attimo di tempo per guardare questo documentario, non solo avveleniamo i mari con la plastica, ma condanniamo innocenti creature a cibarsi di essa.




Spero che l'uomo si dia una regolata, non possiamo maltrattare il Pianeta senza conseguenze.