mercoledì 27 febbraio 2013

CHIUSO PER TRASLOCO

Sul mio diario del 1988 la frase "voglio una casa tutta mia" è ripetuta come un mantra. Ho sempre desiderato acerne una non per la smania di "sistemarmi", ma per avere un luogo tutto per me, i miei silenzi, le mie passioni, le mie abitudini e naturalmente da condividere con la persona che amo.
Venerdì prossimo io e Crash traslochiamo. SONO ANCORA INCREDULA! E prudente, tra meteoriti, elezioni pazze e neve meglio esserlo.
Finalmente avrò quella che Virginia Woolf chiama "A room of one's own", un posto dove poter pensare e scrivere, scrivere e pensare.
Per qualche giorno non sarò on line, la linea dati non è ancora stata connessa, roba di centraline noiosissima che non vi voglio infliggere.
Sicuramente non vi strapperete i capelli per l'assenza, ma sono una Lady dopotutto ed avvisare è cortesia.
Appena conquistata una internet key sarò di nuovo on line, roba di giorni.
Nel frattempo non fatevi infinocchiare dalle fanfalucche politiche...


giovedì 21 febbraio 2013

POTEVA ANDARE DIVERSAMENTE?

Poi dicono che gli animalisti sono dei rompipalle.
Io detesto scrivere questi post, ma quando accadono episodi simili a questo mi parte un moto di rabbia dalla bocca dello stomaco che deve venir fuori, nero su bianco.
Perchè la stupidità, crudeltà, pigrizia e miopia umana non ha confini. Perchè se da un lato ci sono associazioni animaliste come LIFE ARCTOS che si battono per la sopravvivenza di una specie in via d'estinzione, in particolare l'Orso Bruno, dall'altra ci sono "persone" che decidono che la vita di un animale è un fastidio e basta.

Il fatto è semplice: un Orso Bruno intraprendente dall'Italia va in Svizzera. Il letargo finisce prima, lui ha fame e si avventura nei pressi dei centri abitati. Un po' cercano di seguirlo, spaventarlo, poi si rompono le palle e siccome "mette in pericolo gli umani" si decide di ammazzarlo. QUI l'articolo completo.
A nulla sono valse le petizioni, gli appelli, la pagina Facebook. NULLA.
Si sono tolti il fastidio.
M13, questo l'appellativo dell'orso.
Facile no? Una sigla non dice nulla, è più facile sbarazzarsene. Un numero e due colpi.
Mi sembra una storia già sentita troppe, troppe volte.

Perchè un altro modo c'era, solo che non hanno voluto nemmeno pensarci.
Si poteva addormentare e portare di nuovo in Italia o in parco protetto, meglio comunque della morte che ha fatto.
Si poteva cercare di spaventarlo di più, di allontanarlo.
Ma no no, invece SPARIAMOGLI, COSTA MENO E DA MENO ROGNE.

Quest'orso è stato AMMAZZATO perchè "metteva in pericolo" esseri umani. Ma che politica è? A parte che al massimo si avvicinava per cercare cibo non ha mai fatto male a nessuno, ma poi davvero non possiamo, non potevano gli Svizzeri tanto "civili" trovare una soluzione alternativa, magari in collaborazione con associazioni che li avrebbero certamente aiutati?
DA FASTIDIO: ELIMINIAMOLO.

Non sappiamo proprio avere rispetto di tutto ciò che è diverso da noi. Crediamo di essere i padroni del pianeta, ma io spero che un giorno tutto questo si rivolti contro di noi e che queste creature si prendano una bella rivincita.




martedì 19 febbraio 2013

TRUE FACTS about THE MANTIS

Io adoro questo animaletto apparentemente innocuo, ma feroce.
E questi video sono eccezionali, vi prego, guardatelo sino alla fine, anche DOPO i titoli...you..."sissies"...

martedì 12 febbraio 2013

DARREN CAMPBELL

Non so se avete mai dato un'occhiata, ma ho una pagina su Tumblr in cui raccolgo le mie foto.
Capita oggi di trovare un messaggio di Darren Campbell, un musicista scozzese, che dice di apprezzare le foto e se ho tempo di ascoltare la sua musica, ma che se non lo faccio va bene uguale.
L'ho trovato carino, e mi incuriosiscono sempre i musicisti giovani e audaci che cercano la loro strada. Perciò a voi...

 
COPYRIGHT BY Darren Campbell