domenica 27 gennaio 2013

GIORNATA DELLA MEMORIA

 
È un gran miracolo che io non abbia rinunciato a tutte le mie speranze perché esse sembrano assurde e inattuabili. Le conservo ancora, nonostante tutto, perché continuo a credere nell'intima bontà dell'uomo.
- Anna Frank


 
Questi erano i pensieri di Anna Frank, traditi dalle circostanze.
Mai, mai mai dimenticare l'orrore dell'Olocausto, di tutti gli olocausti, di tutte le guerre e le circostanze storiche in cui esseri inumani prevaricano su innocenti distruggendo vite, anime, famiglie.
Perchè mai più si ripeta, perchè mai più persone innocenti debbano vivere gli orrori della segregazione, della miseria, della tortura, dell'inganno, della separazione dai cari, dei suicidi postumi.
Perchè non ci debbano più essere solo giornate della memoria, ma anche giornate di gioia per la fine delle ostilità sull'intero pianeta.
Perchè tutti noi possiamo davvero essere umani, e civili, e tolleranti verso ogni forma di cultura, nazionalità, religione, colore, odore, verso i nostri simili ma anche e soprattutto verso chi ci appare diverso, animali compresi.
Un mondo così è possibile. Io ci credo.
Ma che non si dimentichi neanche per un secondo di cosa si è stati capaci in passato.

Vi consiglio anche il post di Romina Tamerici.
 

giovedì 24 gennaio 2013

The Hobbit, 27 morti inaspettate (anche 3d)

 
 
Adoro il cinema. E adoro gli animali ancora di più.
Il cinema è intrattenimento, arte. Ma come tale non può e non deve negli anni "illuminati" in cui ci vantiamo di vivere, nei Paesi che chiamiamo avanzati permettere che altri animali muoiano durante le riprese.
Non me ne frega nulla che Peter Jackson blateri di morti non avvenute durante le riprese e scuse più o meno viscide.
27 animali innocenti sono morti PERCHE' The Hobbit è stato girato, questo mi basta per incazzarmi. Questo mi è bastato per boicottare il cinema con mio grande dispiacere. E non comprerò mai un dvd e un blu-ray di questo film, perchè io non pago Peter Jackson neanche per sbaglio.
 
3 cavalli
6 oche
6 pecore
12 polli
 
Un po' troppe anime per pensare ad "incidenti" o "morti naturali".
Troppe per uno stupido film, con tutto il rispetto.
Una finzione non può passare sopra tutto questo. Non si può pensare di far morire una povera bestia innocente per le riprese di un film.
NON SI PUO'.
E' immorale, è orribile.

Già vedo quelli che si alzano in piedi pronti a dire "eh ma c0'è la fame nel mondo quelli sono veri problemi". Certo,a nche quelli sono veri e serissimi problemi causati SEMPRE da noi mondo occidentale che sfrutta e poi fa finta di non vedere morte, guerre e carestie.

Ma questo non toglie che io possa soffrire per queste povere bestie e per sentire Mr. Jackson che accusa la PETA (associazione di massimo rispetto e serietà) di "volersi fare pubblicità" durante la prima del film con una protesta a detta sua "pretty pathetic".

Una cosa manca oggi, a molti uomini che occupano abusivamente questo pianeta: le palle di alzarsi e dire "mi sono sbagliato, perdonatemi".
"Non lo sapevo, ma chiedo scusa per loro". "Sono rammaricato, rimedierò creando un centro di controllo per gli attori animali durante i miei film".

Tra l'altro...con il CGI di oggi non c'è davvero più bisogno di utilizzare animali veri.
Però sapete COSTA DENARO.
Meglio impiegare qualche stupida oca e qualche stupida pecora, tanto se muoiono non li reclama nessuno.

giovedì 10 gennaio 2013

CONTEST 3NARRATORI

Argonauta Xeno indice un Contest letterario molto interessante, QUI tutti i dettagli

Ecco il regolamento

Regolamento

1. La partecipazione è aperta a opere di genere fantastico, sia nelle tre principali declinazioni (fantasy, fantascienza e horror) sia nei suoi sottogeneri più recenti. Sarà apprezzata l'originalità, la distanza dai canoni classici del genere.

2. Sono ammessi racconti in lingua italiana di lunghezza compresa tra 1000 e 4000 parole. Ciascun autore può partecipare con una sola opera. I racconti devono essere inediti e l'autore dev'essere l'unico detentore dei diritti.

3. I racconti dovranno essere inviati in allegato alla di posta elettronica riportata in fondo con il seguente oggetto: [3Narratori] Nome o alias – Titolo del racconto.
I formati ammessi sono RTF, ODT e DOC. Il termine ultimo per la consegna è mercoledì 10 Aprile 2013.

4. Per valutare le opere mi avvarrò di collaboratori esterni, provenienti anch'essi dalla blogosfera. Le opere non conformi ai criteri d'ammissione saranno scartate a priori. Il verdetto della giuria è in ogni caso inappellabile.

5. I tre racconti giudicati più meritevoli riceveranno un premio di 15 euro, utilizzabile per l'acquisto di libri, in formato digitale o cartaceo.

6. I tre racconti vincitori saranno inseriti in un eBook distribuito sul blog Argonauta Xeno con licenza creative commons. Non si esclude la distribuzione su altre piattaforme che ne consentano la libera diffusione. A discrezione della giuria, potranno essere inclusi altri racconti previo consenso degli autori. Tutti i diritti sui racconti rimarranno dei singoli autori.

7. In caso di bassa partecipazione, o qualora il livello complessivo delle opere sia giudicato non adeguato, la giuria si riserva di non assegnare, anche solo in parte, i premi.

8. La versione aggiornata e autentica di questo regolamento e delle FAQ è reperibile sul blog. Per tutte le altre richieste, potete scrivere all'indirizzo riportato in fondo anteponendo nell'oggetto il tag [3Narratori].

PARTECIPATE!!!!!!!!!!!!!

venerdì 4 gennaio 2013

BUON VIAGGIO, AMMIRAGLIO

E' partito per la sua missione più lunga tra le stelle Alberto Lisiero, l'Ammiraglio, il fondatore dello Star Trek Italian Club. Una di quelle morti improvvise, inspiegabili, inaccettabili, ammesso che si possa mai accettare una cosa del genere.

Un sognatore anche lui, una persona che ha reso possibile che il mondo di Star Trek venisse conosciuto anche in Italia fino al riconoscimento ufficiale del Club, dopo anni di convention, passione, convinzione e determinazione.

QUI un bell'articolo su di lui e la commovente lettera di sua moglie Gabriella Cordone a cui va un grandissimo abbraccio.