Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2012

Song of the Week - CCR Someday Never Comes

Una delle band che più mi fa pensare agli anni '70, ai lunghi viaggi in auto o in moto, ai capelli lunghi e ai tempi in cui la musica poteva risollevare gli animi dai problemi quotidiani, prima che essere un business. Tutta per voi, Someday Never Comes (ve l'ho mai detto che un tempo ho condotto un programma rock in una webradio?) 

THANK GOD IT'S FRIDAY

...e quindi un po' di leggerezza ci vuole.
***
Ricordo a tutti che si celebrava oggi la Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne e che si spera in futuro di non averne mai più bisogno...
***
Sono affascinata dallo slow motion, dalla fluidità di movimenti che normalmente ci sembrano banali.
Guardate questo video di Tom Guilmette, che si definisce "a Boston based sports television camera operator and DP"

E poi una curiosità: a Livermore, California, una lampadina è accesa dal 1901, e l'azienda che l'ha prodotta ha chiuso i battenti negli anni '40...  Natale è alle porte e nel web si trovano taaaaaaaaaaaaante belle idee, ad esempio: LEGO STAR WARS 10225 R2D2 CANTO DI NATALE ZOMBIE (fumetto) MYSTIQUE PREMIUM FORMAT Buon weekend a tutti! 

LA RIVOLUZIONE SILENZIOSA

LA RIVOLUZIONE SILENZIOSA
La rivoluzione. Una parola a noi sconosciuta, che ci giunge come un’eco dalle pagine dei libri di storia delle scuole medie e del liceo.
Evoca immagini di tafferugli, battaglie, morti sgozzati o decapitati, sparatorie, proteste, saccheggi.
La Rivoluzione è fatta dal popolo, per lo più. Non si è mai sentito di 20.000 Milord e Milady pronti a saccheggiare la Torre di Londra per più o meno limone nel Lemon Curd.
I motivi di una rivoluzione sono legati ad una polveriera sociale, in cui ingiustizie, soprusi, situazioni da lungo lasciate come sono diventano insostenibili, con qualche miccia politica ed un pizzico di facinorosi la ricetta è pronta.
Penso che l’essere umano pensante abbia diverse centinaia di modi di dare una rivoluzione.
La crisi in Italia, le varie cose che non vanno nel mondo, come potremmo cambiarle invece di piangerci addosso, invece di sbolognare la responsabilità al Governo, al vicino di casa, agli Stati Uniti, alle stelle, alle zanzare, ai produtt…

DA STAR TREK A OGGI - Fantascienza o realtà?

Spazio, ultima frontiera.
Siamo ancora ad un alba pallida relativamente ai viaggi nello spazio, ma non si può dire lo stesso della tecnologia di uso "comune" se mi passate il termine.
Adoro l'universo di Star Trek perchè dopo numerose serie, film, romanzi, videogiochi, reboot l'armonia di fondo resta la stessa, il suo mondo fantascientifico è coerente e le trovate tecnologiche (studiate a tavolino con consulenti tecnici seri) hanno trovato e trovano ancora oggi applicazione nella nostra realtà.

Computer che funziona con comandi vocali
Attraverso diversi software è già possibile;

Padd
Mi sembra che i vari tablet, compreso il più famoso della malefica mela, che gli ha pure copiato il nome, siano molto somiglianti, come opure i vari e-reader.
Ovviamente, touchscreen prima che la tecnologia fosse di dominio pubblico.


Tricorder
Nella serie poteva essere di vari tipi ed utilizzato a scopo esplorativo, medico e scientifico. Ad una convention dello STIC (Star Trek Italian Club),…

MONDAY QUOTE - Konrad Lorenz

Man appears to be the missing link between anthropoid apes and human beings. — Konrad Lorenz

SONG OF THE WEEK: Wild Saxophone

Gli Stray Cats sono una band rockabilly del 1979 che hanno impazzato negli anni '80 riportando un po' si sano e vecchio rock 'n'roll nelle classifiche.
Quasi ignorati in Italia, ma ottimi musicisti: Lee Rocker, Slim JIm Phanton e Brian Setzer, voce e incredibile chitarra in tre riescono a mettere su live sempre esplosivi.
Brian Setzer oltre a essere uno dei migliori chitarristi al mondo, a mio parere, vanta numerose collaborazioni tra cui Robert Plant (ex-Led Zeppelin), ZZ TOP e molti altri.
A voi, Wild Saxophone.