martedì 30 ottobre 2012

LA VERA STORIA DELLA PIUMA D'OCA

Pensateci bene, prima di comprare qualsiasi cosa contenga pima d'oca.

Riporto questo articolo INTERAMENTE da PRESA DI COSCIENZA

La Vera Storia della Piuma d'Oca

Chi non è convinto dei benefici Naturali offerti dalla Vera Piuma d'Oca?
Certamente non possono essere altro che Naturali!
Protegge e isola dal freddo, la Piuma d'Oca è il rivestimento migliore per la pelle nuda.
Madre Natura pensa proprio a tutto!
Le piume avvolgono tutti gli animali che hanno l'esigenza di superare correnti fredde ad alta quota, proteggersi dal freddo, dal vento, dall'umidità e dalla pioggia... tutti i volatili insomma.
La nostra specie, da decenni si è convinta che utilizzare il "vestito" di altri animali sia il miglior modo per riparare il proprio corpo dalle basse temperature invernali.
Il business della Piuma vanta un giro d' affari di milioni di euro l'anno, si imbottiscono sacchi a pelo, cuscini, giacconi, cappelli, para-orecchie, trapunte, divani, ecc... ecc..
I volatili cambiano il piumaggio ogni anno, che problema c'è se ne prendiamo un po'?
Occorre sapere che non esiste animale in Natura che durante il cambio del pelo o del piumaggio lasci la sua pelle nuda e scoperta, vorrebbe dire la morte immediata per assideramento o per disidratazione.
In passato alcuni indumenti venivano imbottiti con il piumaggio che gli animali da allevamento lasciavano a terra durante la sostituzione stagionale,ma dal momento in cui questo tipo di imbottitura è diventato motivo di grandi guadagni, centinaia di aziende in tutto il mondo hanno iniziato a costruire allevamenti-lager dedicati alla produzione di Vera Piuma d'Oca.
La qualità della piuma d'oca è stata continuamente venduta ai consumatori come un prodotto funzionale e completamente naturale, ma si tratta di una colossale BUFALA, ed ora andremo a capire perchè...
La Piuma d'Oca ha molte proprietà, perchè dovrei farne a meno?
Bisogna innanzi tutto sfatare il mito dell'isolamento, anzi tutte le sue proprietà sono attribuibili SOLO quando sono sul corpo del volatile, che senza dubbio è diverso dall'Uomo per dimensione, temperatura corporea, abitudini e habitat.
Il piumaggio degli uccelli è formato da piume e penne che insieme assicurano un completo isolamento dal freddo, dall'umidità e dalla pioggia, oltre naturalmente per aiutarle nel volo.
Il primo manto che protegge la pelle ha la caratteristica di lasciar passare l'aria, proprio per evitare l'origine di muffe.
Utilizzato come imbottitura negli indumenti il suo ruolo non cambia! Quindi è sbagliato pensare che sia un'ottimo isolante per il corpo umano, inoltre di NATURALE all'interno vi è ben poco!
Eppure è utilizzato da anni come imbottitura di abiti invernali, perchè cambiare materiale?
Utilizzare l'imbottitura in piumino d'oca equivale a passeggiare per la città con una pelliccia di orso appoggiata sulle spalle ed una clava in mano, la preistoria è finita da milioni di anni, MODERNIZZIAMOCI!Viviamo in zone molto più calde rispetto a quelle a cui sono esposti gli animali selvatici, quindi per noi è assolutamente inutile ricoprirci della loro pelle o delle loro piume.
Il Piumino d'Oca è un materiale sfruttato da Aziende che si sporcano di sangue pur di alimentare una moda assurda ed egoista, mentendo spudoratamente ai consumatori sulla sofferenza che provocano producendo questo tipo di imbottitura.
Nel piumino d'oca c'è sofferenza? E dove?
 
Esempio di Pubblicità Ingannevole
Forse traditi dalla moda, dal prezzo, dalla morbidezza, dalla pubblicità o dalle foto di oche felici che corrono gioconde nei prati, non ci siamo mai chiesti se veramente gli animali sono favorevoli a farsi spogliare dei loro vestiti ed essere rinchiusi in capannoni freddi senza alcun riparo!
Non è la prima volta che la sofferenza di milioni di animali viene nascosta dalle grandi multinazionali pur di arricchirsi il più possibile...
Infatti dietro ad ogni piuma d'oca si nasconde una tragica storia di tremenda sofferenza che lascia ai volatili solamente la speranza di morire il prima possibile.
La sfortuna per alcuni volatili è di avere una protezione invernale morbida e soffice, ambita da consumatori che, ignari di quanta sofferenza provoca l'estrazione, continuano a richiederne.
Cosa succede veramente a quei poveri volatili?
La vita dei Volatili da allevamento è paragonabile ai campi di concentramento.Tutto inizia circa ad otto settimane dalla schiusa delle uova, il pulcino ancora ignaro di quanto gli capiterà si ricopre poco a poco di un magnifico e soffice manto bianco...
E' nato in un freddo capannone, ma è ancora troppo piccolo per rendersi conto che non si tratta del suo habitat naturale e non avrà mai una mamma a proteggerlo; in quel grande allevamento vive insieme ad altri centinaia di pulcini, tutti impauriti e spaesati come lui.
Non appena il suo piumaggio inizia ad avere un certo volume verrà riunito, insieme ad altri volatili, in un recinto nel quale gli strapperanno a mano tutto il suo giovane piumaggio.
Il cucciolo di oca è grande poco più di una mano, pensa quanti pulcini occorrono per poter riempire una trapunta di "Piumino d'Oca"!
Gli operai, insensibili alle urla disperate delle oche, le bloccano con forza e senza pietà le strappano velocemente tutto il manto.
Il procedimento è doloroso e straziante, provoca moltissime lacerazioni alla pelle rischiando la morte immediata per assideramento del povero animale.

Per fare un paragone umano, immaginate una persona spogliata violentemente dei suoi abiti e gettata come un'oggetto in un freddo recinto sola, lacerata e senza riparo; questa è la situazione in cui si trovano quotidianamente migliaia di volatili per colpa dei consumatori incoscienti.
Una volta finita l'estrazione del piumaggio, gli uccelli vengono lasciati per giorni in capannoni vuoti e senza possibilità di proteggersi dal freddo, questo per incentivare una veloce ricrescita del piumaggio, l'operazione di ricrescita causa la morte per ipotermia di moltissimi animali.
Di norma, le oche subiscono questo abuso fino a tre volte nella propria vita, tempo necessario che il pregiato manto ricresca.
Dopo ogni estrazione il piumaggio ricresce con una qualità commerciale inferiore, in quanto la "Piuma d'Oca" si presenta meno morbida e vellutata di quella precedente, tant'è che quando la pelle talmente logorata non permette più la ricrescita, le piume vengono mischiate con quelle di anatra.
Ecco spiegato perchè diversi prezzi per ogni tipo di piumaggio.
E' atroce! Qual'è il destino per le oche, dopo il loro ultimo spiumaggio?Gli animali più fortunati sono quelli che muoiono prima.
Nei grossi allevamenti non è raro riscontrare casi di auto-mutilazioni e pazzia tra gli animali detenuti, infatti per precauzione ai pulcini viene spezzato o bruciato il becco pochi giorni dopo la nascita, per evitare che per il nervoso si rovinino il prezioso piumaggio l'un con l'altro.
Il destino per le oche da allevamento non è sicuramente bello già dalla nascita, ma dal momento in cui la loro pelle è talmente lacerata da non poter più donare Piuma d'Oca, diventano inutili e vengono svendute al settore alimentare, il quale in base al periodo deciderà se vendere il volatile per arrosti oppure impiegarlo per produrre il piatto nazionale Francese(ma molto apprezzato in tutto il mondo): il Foiè Gras (Clicca per leggere l'articolo)
Il patè di fegato d'oca è una delle operazioni più crudeli e contro natura che l'Uomo sia riuscito a compiere nella sua storia. Avvelenare un fegato animale per poi mangiarlo, non è soltanto un'atroce crudeltà ma anche la peggior idiozia alimentare mai commercializzata!

Oche, anatre ed altri volatili destinati a finire in pentola verranno ulteriormente spiumate (ancora vive) attraverso centrifughe chiodate chiamate macchine spiumatrici (vedi il video su youtube) , dopo di che sgozzate per mezzo di lame rotanti posizionate su rulli a nastro ai quali le povere sfortunate vengono legate per le zampe (ricorda un film horror ma purtroppo non si tratta di finzione cinematografica); nei macelli meno "tecnologici" le oche vengono uccise per mezzo di un'apposita pinza che posizionata sul cranio le assicura una morte veloce ed indolore (almeno assicurano i macellatori!).Ad ogni caso ai poveri animali è assicurata una morte assolutamente indegna che non auguriamo nemmeno al peggior criminale sulla Terra...
In che Paesi è consentito abusare così degli animali?
 
Farei prima a dire dove NON è consentito, perchè solo in Svizzera è illegale la produzione di Piuma d'Oca ma è autorizzata la sua importazione (poco cambia).
I principali produttori di Piuma d'Oca sono la Polonia, l' Ungheria, la Romania (famosa per la mattanza di cani), ma il record negativo è detenuto dall'Asia capitanata guarda caso dalla Cina.
Occorre però assegnare la bandiera nera a Islanda, Francia, Irlanda, Gran Bretagna, Canada e anche all'Italia come produttori e consumatori di sofferenza animale.
Esistono alternative valide per sostituire le imbottiture in Piuma d'Oca?
Certo che esistono, e sono migliori per tantissimi aspetti.
Il più grande problema della piuma d'oca è il pericoloso pulviscolo che rilascia attraverso la trama del tessuto che la contiene, responsabile di gravissime allergie respiratorie e dermatiti da contatto; infatti chi dorme coperto da una trapunta in piumino è più soggetto all'insonnia rispetto a chi sceglie altre imbottiture.
Da non trascurare è la grande quantità di piume che occorre per poter isolare il corpo dal freddo, siccome in natura il nostro corpo si differenzia dai volatili per peso, abitudini e temperature.
La miglior Alternativa si chiama OVATTA DI POLIESTERE, che è già abbondantemente adottata per imbottire divani, cuscini, indumenti invernali per sportivi, giacconi...
Si tratta di un materiale molto più ECONOMICO (fattore non trascurabile) e la sua consistenza arricciata permette di isolare il corpo umano dall'ambiente esterno utilizzando un'imbottitura con minor volume e miglior risultato, creando una perfetta camera d'aria che ci protegge dal freddo e dal vento.
Spesso i grandi marchi della moda inseriscono poche manciate di piuma d'oca nell'ovatta di polyestere per poterne aumentare il pregio e quindi il valore economico, senza naturalmente variarne le caratteristiche di isolamento; quindi attenzione alle ETICHETTE!
Trasformando il nostro modo di acquistare in un CONSUMO CONSAPEVOLE, cambieremo le regole del mercato che ha mandato in pensione la "Qualità" e distrutto l'economia europea.
Acquistando prodotti seguendo la logica del nostro cervello e non quella dettata dalla pubblicità, valorizzeremo un nuovo mercato eco-sostenibile che farà bene sia al Pianeta in cui viviamo, sia al futuro dei nostri figli; e chissà se magari creerà nuove opportunità di lavoro...

venerdì 26 ottobre 2012

Tante volte, nella discarica

Immaginate di camminare nei pressi della Paramount e di trovare un giorno in una discarica a cielo aperto il ponte dell'Enterprise D.
Immaginate di portarlo a casa e di promuovere una campagna per restaurarlo DOPO 5 ANNI ALL'APERTO, renderlo interattivo, quindi non solo con pannelli di plexigass, in modo da creare un attrazione da portare alle mostre, in giro per il mondo.
E' successo a Huston Huddleston, e questo è il sito  con tutte le informazioni sulla vicenda. Si tratta del ponte che la Paramount ha ricostruito dopo il film Star Trek Generazioni, in cui l'astronave veniva abbastanza massacrata...
L'iniziativa ha anche degli sponsor e dei testimonial non da poco...
Qui il video e altri dettagli.
Ho scelto di donare $ 5,00. Un piccolissimo contributo per l'amata Enterprise. Penso che ci siano cause molto più urgenti da supportare, ma comunque certi pezzi di storia e di cuore vanno preservati.

FONTE: STAR TREK NEWS 24

giovedì 18 ottobre 2012

Consigliere Luh Kendar in partenza


Domani...il runabout ci porterà alla Base Spaziale Excel di Londra per l'evento Trek dell'anno, DESTINATION STAR TREK...

Dopo notti insonni ho preso la decisione di NON portare la macchina fotografica, bensì la videocamera, che fa delle strepitose foto in HD alla bisogna...
Con decine di attori in giro è meglio effettuare delle riprese video...!

Che i profeti siano con voi, e nel frattempo...LA RESISTENZA E' INUTILE!

 
 
 
 
 
 

martedì 16 ottobre 2012

SONG OF THE WEEK - Billie Holiday

To a memory.

 


FOR ALL WE KNOW - Billie Holiday

Sweetheart
the night is growing old
Sweetheart

my love is still untold
A kiss that is never tasted
Forever and ever is wasted

For all we know
We may never meet again
Before you go
Make this moment sweet again

We won't say goodnight
Until the last minute
I'll hold out my hand
And my heart will be in it

For all we know
This may be only a dream
We come and go
Like a ripple on a stream

So love me tonight
Tomorrow was made for some
Tomorrow may never come
For all we know

lunedì 8 ottobre 2012

Cyberluke

Devo proprio ringraziarlo Cyberluke, se in giornate come queste è capace di farmi sorridere regalandomi questo splendido, inaspettato, strepitoso, extreeeemely rock'n'roll header.

Il suo blog creativo qui, ma attenzione, non è solo grafica (come lui crede), è molto altro: grafica, design, scrittura, disegno, musica e tecnologia.

GRAZIE DAVVERO.

venerdì 5 ottobre 2012

Guy Portoghese

Come in un brutto film, questa sera mi è arrivato un sms. Guy Portoghese non c'è più. Non suonerà più, non sentiremo più il suo sassofono, la sua voce,  nè la sua risata, nè vedremo mai più i suoi occhi.
Nel web lo stesso paragrafo parla della sua carriera e di come si sia mancato nel sonno.
Ma non c'è solo questo, di Guy.
Un talento, un artista che ha fatto della musica prima una passione, poi la sua vita.
Più di un amico per me.
Una persona creativa, allegra, che non passava certo inosservata nella tua vita. 

Ti devo molto, Guy, dai miei 14 anni ad oggi. E non trovo le parole adatte per dirtelo, ora che posso solo piangere avendo nelle orecchie e nel cuore la tua musica.
Mi dispiace un mondo per la tua famiglia, la tua compagna e la tua piccina.

Mi mancherai tanto, su qualsiasi palco tu sia a suonare il tuo wild saxophone. Ti voglio un mondo di bene.



...si infiamma la tua anima
nell’alito di sax
muta il tuo volto
nel momento in cui la musica
inizia la sua danza.
Note di sax
si rincorrono
sul tuo fiato contralto
ricordi e musica, musica ovunque...

Foto di proprietà dei Rock n Roll kamikazes

CORRIERE DEL MEZZOGIORNO
REPUBBLICA
LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO
GOOD DESIGN SOCIETY
BARI TODAY
ELEZIONI MARTINA
COLORI VIVACI
HYPERBROS
NET1NEWS
REPUBBLICA BARI